Semi e regali gratis in ogni ordine

Fino al 40% di SALDI

Spedizioni internazionali Gratuite*

Genetiche di alto livello

Scegli e mixa i semi

fase germinazione nella pianta di cannabis

Germinazione dei Semi di Cannabis

La Germinazione dei Semi di Cannabis

Benvenuti al secondo episodio del “Manuale di coltivazione della cannabis” dedicato alla germinazione dei semi di Cannabis! Nell’ultimo articolo abbiamo scoperto Come coltivare Cannabis da urlo! Oggi scopriremo come si fa germogliare un seme di cannabis, e le condizioni di crescita ottimali per la delicata fase di germinazione della Canapa!

fase germinazione nella pianta di cannabis terra

La Germinazione della Marijuana, simile alla Fase di Clonazione (o Taglio), è la fase più delicata per ogni pianta, compresa la pianta di Cannabis. Pertanto, l’acquisto di semi eccellenti da solo non garantirà un raccolto redditizio: è necessario prestare estrema attenzione a ciò di cui la pianta ha bisogno in questa fase iniziale.

Se la temperatura e l’umidità giocano un ruolo fondamentale, contano anche i nutrienti, la giusta luce e la totale assenza di correnti. Infatti, è molto probabile che se anche uno solo dei parametri non è impostato in modo ottimale, la pianta potrebbe morire o subire forti stress. Un drastico rallentamento della crescita delle piante o l’inizio della deformazione delle foglie possono essere sintomi di questo tipo di stress iniziale.

È quindi fondamentale che, prima di aprire la confezione del seme, l’attrezzatura colturale sia già stata acquistata e sia a completa disposizione: ogni attrezzo sarà meticolosamente elencato in queste pagine.

1° Regola: registrare sempre i parametri

È fondamentale aver acquistato tutti gli strumenti necessari per rilevare i parametri ambientali di coltivazione.

In genere, per i neofiti della coltivazione della marijuana sarà sufficiente un semplice e banale termoigrometro.

Se invece siete un po’ più esperti il ​​consiglio è di procurarvi un tester PH ed EC, acquistabile in qualsiasi growshop a prezzi bassi (strumento obbligatorio se lavorate in idroponica).

Per pazienti, ricercatori, genetisti o grossisti, avere alcune informazioni sui sistemi di erogazione di CO2 potrebbe fare al caso tuo!

Temperatura ed umidità nella fase di germinazione dei semi di Cannabis

Ogni seme di cannabis è una vita propria, proprio come noi umani; ed è per questo che non è possibile garantire un solo parametro per ogni seme. Ogni ceppo risponde a condizioni e parametri ambientali unici ed esclusivi, rintracciabili nella sua composizione genetica.

In linea di massima potremmo dire che quasi tutti i semi di Cannabis germinano in un range di temperatura di 15°-28° (18°-21° è il parametro ottimale), e in un range di umidità del 55% – 98,5%.

Un classico kit di germinazione (perfetto anche per la clonazione) è lo strumento migliore per garantire i giusti parametri senza esporre le piante a possibili sbalzi di temperatura.

fase germinazione nella pianta di cannabis bicchiere plastica

PH dell’acqua d’irrigazione nella fase di Germinazione dei semi di Marijuana

Il pH dell’acqua con cui irrigheremo o fertilizzeremo le nostre piante di cannabis è un parametro importante.

Può essere misurato in diversi modi, ma se vogliamo essere il più precisi possibile dobbiamo utilizzare un misuratore digitale specifico per il PH (stessa cosa per EC). La scala del pH va da 0 a 14, dove 0 è il valore più acido e 14 il più alcalino (o basico): 7 è considerato neutro.

Ci sono tre valori che è importante conoscere prima di provare a correggere il pH della terra.
1) Il pH dell’acqua di irrigazione
2) Il pH della stessa acqua dopo l’aggiunta di fertilizzanti o stimolatori
3) Il valore del pH della terra.

Nella fase di germinazione della Cannabis, il pH ottimale nelle colture idroponiche (o aeroponiche) deve essere intorno a 5,8 – 6,0.
Nella fase di Germinazione della Canapa, il pH ottimale nelle colture in terra deve essere intorno a 6,2; per le colture di pura fibra di cocco, il pH stagnato in questa delicata fase è di circa 5,8 / 6,3

EC dell’acqua d’irrigazione nella fase di germinazione della Canapa

La EC, o conducibilità elettrica, è un’altra misura che ci aiuta a determinare la quantità di minerali presenti nell’acqua di irrigazione.
Più nutrienti sono presenti nell’acqua di irrigazione, maggiore sarà la lettura EC delle acque reflue nel test EC.
In fase di germinazione della della Cannabis, l’EC deve essere compresa tra un minimo di 0,6 e un massimo di 0,9.

Lampade per la germinazione della Cannabis

È possibile germinare i semi di cannabis con lampade MH da 600w? sì. Ma nella migliore delle ipotesi sarebbe un profondo spreco di elettricità. Nel peggiore dei casi, la luce potrebbe essere così potente da essere controproducente per la salute stessa delle giovani piante, che potrebbero subire un rallentamento della crescita (poiché potrebbero morire essiccate o disidratate).

La scelta migliore è quella di avere una lampada speciale adatta alla fase di germinazione e clonazione delle piante di cannabis.
Anche dei semplici neon a luce bianca potrebbero andare bene se stai coltivando intorno a 4 piante, tuttavia il nostro consiglio è di acquistare una lampada CFL (spettro bianco 6400 ° K).

La prima volta che proverai a coltivare cannabis è molto probabile che le piantine non supereranno il primo mese di vita, ma non dovrai arrenderti: col tempo otterrai la giusta esperienza. Leggi il nostro articolo su “Light e Cannabis” e “Light e Cannabis: i migliori tipi” per saperne di più!

fase germinazione nella pianta di cannabis

Substrato ideale nella germinazione della pianta di Canapa

Non esiste un substrato ottimale per la germinazione dei semi di cannabis, tuttavia è essenziale che:

  • il terreno prescelto non sia fortemente acido (5,2-6,8 PH sono i parametri standard);
  • non sia ricco di sostanze nutritive minerali (a causa di residui di colture precedenti). Troppi nutrienti in questa fase ucciderebbero la giovane pianta;
  • che sia un terreno sufficientemente drenante, ma che allo stesso tempo può rimanere sufficientemente umido;
  • che sia leggero e arioso.

Se non lo hai già fatto, ti consigliamo di dare un’occhiata al capitolo precedente della nostra introduzione al “Manuale sulla coltivazione della cannabis” riguardante “Substrati nella coltivazione di cannabis indoor e outdoor”, e più in dettaglio “Qualità e caratteristiche del substrato. nella coltivazione della cannabis”

 

9 Errori comuni nella fase di germinazione della Canapa

le nove principali cause di fallimento dei coltivatori alle prime armi sono:

  • Aspettare che i semi germinino troppo a lungo;
  • Lasciare asciugare la superficie del substrato;
  • Fare asciugare la carta dove ha iniziato a germogliare il seme;
  • Farli germogliare direttamente in vaso o a terra ad una profondità errata;
  • Una condizione ambientale di temperatura e umidità inadatte;
  • Dopo aver piantato il seme nella posizione sbagliata;
  • Aver piantato due o più semi nello stesso vaso;
  • Mantenere le luci troppo basse o troppo alte;
  • Manipolazione continua dei semi prima, durante e dopo la germinazione.

Come si fa germogliare un seme di Cannabis? I 3 metodi migliori

Metodo classico di germinazione della Canapa “nel terreno”

Il metodo più semplice di tutti, è quello che sconsigliamo di più. Devi semplicemente mettere il seme in piena terra o in vasi a circa mezzo centimetro sotto la superficie. Idratare per 12 ore in acqua prima di seppellirlo può aiutare il processo di germinazione.

Anche se vuoi coltivare la cannabis all’aperto in piena terra, la germinazione indoor in vaso è altamente raccomandata. Procedere solo dopo la decantazione in piena terra, riducendo la possibilità che i vari pericoli ambientali possano incidere sulla salute delle piante esili (climatiche, o animali nel caso di “Colture Guerriglie”)

Si consiglia di prestare la massima attenzione a non interrare i semi troppo in profondità (non più di un centimetro). Stessa cosa vale per non lasciare mai che la terra si secchi o ristagni d’acqua durante il periodo di germinazione. Qualsiasi negligenza in questa fase assicurerebbe il fallimento dell’intero raccolto.

fase germinazione nella pianta di cannabis

Metodo di germinazione della Marijuana “nel bicchiere d’acqua”

Questo è un metodo di germinazione semplice ma meno affidabile ed efficace della carta assorbente; consiste nel semplice ammollo (reidratazione) dei semi fino all’apertura della prima radice, che avviene solitamente entro 48 ore.

Si possono aggiungere alcune gocce di soluzione radicante per facilitare il processo di germinazione (consigliamo, senza esagerare nella quantità!)

Metodo di germinazione dei semi di Cannabis “Annibale – carta assorbente e cellophane”

Secondo noi del team di Annibale Seedshop, questo è il metodo più affidabile e sicuro. Consiste nell’idratare la carta assorbente piegata in due, strizzandola accuratamente con le mani in modo da ottenere un fazzoletto spesso ed umido. Quindi, procurati un piatto fondo e del cellophan. Se non hai la pellicola alimentare, usa solo un piatto fondo aggiuntivo (vedi sotto)

Appoggia delicatamente i semi su una delle metà del tovagliolo di carta. Chiudete poi con l’altra metà della carta, distanziandole bene, esercitando una leggera pressione sulla carta dove si trovano, in modo da farle aderire favorendo la condizione di perfetta umidità necessaria alla germinazione dei semi di Cannabis.

Coprire il piatto con cellophan forato (se non disponibile, utilizzare semplicemente un altro piatto fondo capovolto, chiudendo il coperchio)

Tenere al buio e controllare periodicamente i semi (in 24-60 ore dovrebbero essere schiusi), inumidire la carta se necessario.

Posiziona i semi al centro del vaso in piccoli fori, ricoprendoli successivamente con pochi millimetri di terriccio.

Per questo capitolo su come si fa germogliare un seme di Cannabis è tutto, ma vogliamo lasciarvi con un ultimo consiglio, sperando che sia stato utile leggere questo articolo.  Manipolare i semi/piantine il meno possibile può essere il trucco più semplice per una germinazione della Marijuana di successo.

Continua a seguirci nel prossimo articolo sul migliore substrato per coltivare Cannabis. Un saluto dal team di Annibale Seedshop, alla prossima!

 

Davide, CEO Fondatore e Genetista

4 Commenti

  1. […] a seguirci sul nostro blog di Coltivazione nel nuovo capitolo riguardante la fase di germinazione della pianta di Cannabis, alla […]

    Rispondi
  2. […] Germinazione: questo è a nostro avviso il periodo di coltivazione più delicato, richiede estrema attenzione da parte del coltivatore. Luce corretta, temperatura di 18° – 25°, umidità superiore al 65% e substrato morbido saranno le chiavi del successo! […]

    Rispondi
  3. […] luce del sole e le lampade da coltivazione indoor, e quali sono le luci più adatte nella fase di Germinazione, Vegetativa e Fioritura della […]

    Rispondi
  4. […] volta atteso il lungo periodo di coltivazione della Cannabis, che scorre tra la germinazione dei semi di Cannabis, la fase vegetativa, la fase iniziale di fioritura e la fase finale di fioritura della Cannabis, […]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top